Categorie
Biografia Eventi Bicentenario Giacomo Zanella Italo Francesco Baldo

Zanella e la scienza: il convegno

Un convegno esclusivo per celebrare il bicentenario

Sabato 26 settembre la palladiana Villa Valmarana Bressan ha ospitato un evento unico, voluto e realizzato dal comune di Monticello Conte Otto, per concludere gli eventi di settembre dedicati al bicentenario della nascita di Giacomo Zanella, il convegno ZANELLA E LA SCIENZA, con il Presidente dell’Accademia Olimpica, prof. Gaetano Thiene, il prof. Italo Francesco Baldo e don Giovanni Costantini.
L’evento, tenutosi nella loggia della villa, ha registrato il “tutto esaurito” con i dovuti distanziamenti sociali del momento.
L’assessore alla cultura Maria Luigia Michelazzo ha introdotto i lavori con un saluto del sindaco Damiano Ceron, un bellissimo messaggio del vescovo di Vicenza Beniamino Pizziol e la gradita visita del presidente della provincia e sindaco di Vicenza avv. Francesco Rucco.

Da Il Giornale di Vicenza del 23 settembre, l’esaustivo articolo a firma Maria Pia Bertinazzi.
La loggia di Villa Valmarana Bressan con i posti distanziati e tutti esauriti.
L’assessore alla cultura Maria Luigia Michelazzo introduce il convegno.
L’assessore Michelazzo con il sindaco di Monticello Conte Otto Damiano Ceron.
Damiano Ceron
Maria Luigia Michelazzo
Il presidente della provincia e sindaco di Vicenza avv. Francesco Rucco,
durante il suo apprezzato intervento.
Maria Luigia Michelazzo e Francesco Rucco.
Maria Luigia Michelazzo e Francesco Rucco.

“Giacomo Zanella fin dalla giovinezza fu sempre attratto dai temi di argomento scientifico e tecnico e su di essi poetò; l’interesse che si tradusse in versi fu quello di “farvi campeggiare l’uomo e le sue passioni, senza cui la poesia, pur ricca che sia d’immagini, è senza vita”. La grande figura di Galileo Galilei, la grande impresa del taglio dell’istmo di Suez, l’invenzione dei caratteri mobili per la stampa della musica, l’evoluzione e le degenerazioni del darwinismo furono temi importanti che ancor oggi destano l’ammirazione per i versi e la riflessione per il contenuto, esposto anche in diversi interventi anche all’Università di Padova.

Prof. Italo Francesco Baldo, prof. Gaetano Thiene, don Giovanni Costantini.
Prof. Italo Francesco Baldo, prof. Gaetano Thiene, don Giovanni Costantini.
Prof. Italo Francesco Baldo, prof. Gaetano Thiene, don Giovanni Costantini.
Prof. Italo Francesco Baldo, prof. Gaetano Thiene.
A sinistra il prof. Mauro Maruzzo che il 26 giugno ha presentato in Villa Zanella l’originale e intensa serata “L’abate Zanella e la giovane Aganoor”. https://www.youtube.com/watch?v=Vur8Tqn7QHg
Don Giovanni Costantini legge Giacomo Zanella.
Don Giovanni Costantini legge Giacomo Zanella.
L’assessore Maria Luigia Michelazzo conclude i lavori del convegno.
A tutti i partecipanti il prof. Italo Francesco Baldo ha omaggiato un inedito scritto di Giacomo Zanella, da lui scoperto, stampato in tiratura limitata solo per il convegno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.